Prezioso lavoro che Nino Taglioni lascia in eredità ai Santagatesi
Con le integrazioni di Aldo Penazzi

Gent. Sig. Sindaco

Era un’Italia attirata nel vortice di alcune iniziative di valido interesse sociale ed economico
( Sanità e lotta alla tubercolosi ,Colonie , Bonifiche delle zone paludose , unificazione della rete
commerciale dei Consorzi Agrari ).
Il tutto gestito con “ altissima capacità mediatica “. Si riuscì ad attribuirsi lo sviluppo di ogni settore di valore sociale ed
economico, già da tempo oggetto di profonde realizzazioni su progetti di livello nazionale : dicasi , Bonifiche Pontine ( gli Scario-
lanati diretti dal Romagnolo Nullo Baldini ), il Sistema Ferroviario ( la linea Faenza-Lavezzola datata 1905 ) e tante altre ,il Sistema
Sanitario ( l’Ospedale di Lugo ,realizzato in via Masi dal Sindaco Ercole Bedeschi anno (.1885/1890..). Solo per ricordare che la Società Italiana
non aveva atteso “ nessun messia “, già molti Amministratori Locali avevano realizzato strutture e servizi di di alto valore sociale
ed economico . Mi prendo una concessione per riportarmi sull’argomento : il Sindaco Bedeschi ed il Sindaco di Roma Ernesto Nathan
avevano già approvato, per le rispettive Amministrazioni, “ IL PIANO REGOLATORE” e quanto comporta nella realizzazione di importanti opere pubbliche . Come Mazziniani si sentivano legati ed impegnati
alla promozione di ogni attività Politica e Sociale per la realizzazione “ dell’ATTO DI FRATELLANZA della GIOVINE EUROPA (11-15 Aprile .1834) in Berna , firmato , con Mazzini , da Esuli Italiani, Tedeschi..e Polacchi . (1°)
L’inizio della Prima Guerra Mondiale interruppe tutte le iniziative sopra ricordate , particolarmente quelle che comportavano
impegni finanziari e , non ultimo lo spostamento della “ Forza Lavoro” nel Teatro di Guerra .
I sacrifici sostenuti dalle Famiglie Italiane , non hanno confronti , particolarmente per quelle meno abbienti , contadine ed
operaie. Il 1918 ci porta a concludere lo scontro bellico con l’Austria e la Germania costrette a chiedere l’armistizio .
Le condizioni socioeconomiche dell’Italia e dell’Europa intera , Russia compresa ; reduce dalla “Rivoluzione d’Ottobre” che
come la “Primigenia Francese”, ha portato nel mondo intero intensi segnali ed irrinunciabili modifiche “Sociali ed Istituzionali .
I primi anni venti furono segnati da continue tensioni sociali accompagnate da manifestazioni e scontri di piazza fra forza
pubblica ,manifestanti e gruppi di diversa ideologia politica.
Le tensioni , particolarmente motivate da “ ragioni economico-sociali delle classi lavoratrici “ travolsero l’intera Europa e ,purtroppo ,
per le insanabili e profonde divisioni delle classi lavoratrici, trovarono spazio a tutto campo formazioni politiche così dette “d’ordine”
alle quali le classi della emergente borghesia non seppero e non vollero opporsi .
Nacquero così in Europa pseudo-democrazie che originarono ben “ Sei Dittature “ di cui una in Italia ed una in Germania che
promossero il rafforzamento , quando anche la nascita di altre “Dittature”( Franco in Spagna ) con l’invio di aiuti militari.
I movimenti contro il nazifascismo si organizzarono ed operarono contro le autorità costituite fin dai primi anni venti con ogni
mezzo ed attraverso una filiera operativa capace di comunicare e sviluppare solidi contatti in spregio ai pesanti rischi che correvano
con la loro stessa persona di cui , il confino coatto, non era il peggiore.
Dal 1936 al 1939 , la Spagna fu avvolta dalla “Guerra Civile “ aperta dal Generale Franco contro il legittimo Governo Repubblicano.
Gli eserciti dei Dittatori dell’ Italia e di Germania riportarono al “Potere il Caudillo “ .
Alla difesa della Repubblica Spagnola parteciparono numerosi Italiani di diverse Fedi Politiche ( Mazziniani. Socialisti, Comunisti,
Liberali, Popolari ) , organizzati nelle “ Brigate Internazionali “, forti di 40.000 uomini che si trovarono a combattere , in diversi
scontri, anche contro i volontari italiani nazifascisti che avevano risposto alla chiamata di Mussolini .
Un primo raggruppamento di antinazifascisti raggiunse la quota di circa 4.000 effettivi con una imprecisata presenza di donne
con funzioni assistenziali nel sistema sanitario. Fra questi troviamo : Carlo Rosselli , Randolfo Pacchiarci da Giuncarico (Gr.), Palmiro
Togliatti , Pietro Nenni ,il Perugino Mario Angeloni ( già Segretario P.R.I. in esilio in Francia ), caduto in azione di guerra il 28/08/1936
sul Monte Aragno in zona Almudevar .
La guerra Spagnola fu segnata da numerosissime condanne, del Franchismo contro le forze d’opposizione . Condanne che coprirono
l’arco temporale dal 1939 al 1944 con fucilazioni e alla garrota ( strangolamento ) , per un totale di circa 150.000 vittime .
L’impegno delle forze antinazifasciste in Italia è sempre stato attivo , tanto che nessuna città e nessuna provincia , è mancata
al contributo di vittime e di sangue di fronte ai plotoni d’esecuzione dei nazifascisti , se non per mano dell’ OVRA ( polizia segreta
di Mussolini) , sotto la quale caddero i Fratelli CARLO e NELLO ROSSELLI , fondatori di “Giustizia e Libertà” ; – 09/Giugno/1937
Territorio Francese – .
Nelle Province di Ravenna e di Forlì la “ Banda Corbari” , ( operaio metalmeccanico , ex calciatore di Faenza e convinzioni mazzi –
niane ) , i “Gruppi Partigiani di Arrigo Boldrini BULOW” ed ancora , le organiche ed efficienti trafile a cui davano fondamentale con-
tributo gli ORSINI di Lugo, gli SPAZZOLI di Forlì , fucilati dai nazifascisti nei pressi di Savarna di Ravenna , i primi , e nei pressi di
Coccolia i secondi .
Altre “Trafile” , così come le richiama proprio NINO TAGLIONI , hanno operato in S.Agata sul Santerno e Massa Lombarda.
Il loro riferimento era il “Barbiere Rosso” (Egisto Ricci Garotti ) il più esposto ; in campo operativo Nicola Marzetti ( Ficioni ) , Lanzoni
( Colonello in pensione), Anconelli ( e Zop D’Filiziò) non scriveva mai ,memoria di acciaio . Distribuiva ad ognuno
precisi compiti, compresi i dattiloscritti che venivano predisposti dal Dott.DREI ed altri , per “ LA PEDALINA” che operava in Conselice ( RA.)
Il materiale , consegnato al capo officina dell’Az. Agricola Massari ( COOP.BRACCIANTI) , dopo il viaggio nel calesse predisposto
con doppio fondo sotto il sedile . La fidatissima Fionda ( Sfrombla , la chiamava mio Padre ) la Bardigiana mezzo sangue dal mantello
baio e lunga faccia bevente in bianco, trotterellava tranquilla senza scarti .
. Sapeva che alle redini c’era un fantino che frequentava la terza elementare . Prima di San Patrizio mio Padre mi chiedeva come andavo
e poi si disponeva per appisolarsi . Nell’estate del 1945 , mentre si argomentava in famiglia su quei tempi , precisò …” …Ero preoccu-
patissimo , ma dovevo manifestare tranquillità assoluta ! “.
Dagli impegni della “Rete o Trafila” Antinazifascista si consolidò il “Rapporto Politico Sociale” per ripensare e riaprire la strada della
Federazione Socio-Politica “ dell’Unità Europea “.
Agosto 23 , 1939 : “ PATTO MOLOTOV-RIBBENTROP“ o Soviet-Nazi Germani Pace che determina l’invasione della Polonia .
Da questo atto proditorio anche Giuseppe Stalin acquisisce , a pieno titolo , un proprio posto fra i più temibili Dittatori Europei.
L’impegno degli antinazifascisti europei non viene meno , anzi , di fronte allo strapotere delle forze armate e di polizia politica agli
ordini dei dittatori , indirizzeranno ogni sforzo affinché le forze popolari possano riuscire nella realizzazione del “ FEDERALISMO EUROPEO “ .
Nel 1941 Ernesto Rossi propone una prima stesura del Manifesto di Ventotene : Per Un’ Europa Libera e Unita .
Nella seconda metà del 1942 due saggi di Altiero Spinelli : Gli Stati Uniti D’Europa e le Varie Tendenze Politiche ; Politica Marxista
e Politica Federalista .
All’inizio del 1945, in Firenze liberata , il Concittadino PARIDE BACCARINI, insieme ad un gruppo di Amici ,tra i quali Piero Calamandrei,
Corrado Tumiati, Enzo Enriques Angnoletti , fondò l’A.F.E. , confluendo , successivamente nel M.F.E. di Altiero Spinelli .
Caduta della dittatura di Mussolini . 08 Settembre 1943 .
La Popolazione scese nelle piazze manifestando contro la “ residua organizzazione del regime”.
Casa Savoia arresta Mussolini e, come unica e definitiva soluzione, si imbarca ad Ortona per raggiungere il Meridione ed incon-
trare l’Esercito Angloamericano . L’Italia intera è nel più totale caos ; senza la più limitata programmazione .
Per mancanza di ordini l’Esercito Italiano si sfalda . Alcune Divisioni “scelgono”e combattono contro i Tedeschi .
Le Divisioni “Aqui”a Cefalonia e la “Cremona” in Corsica, decidono per la scelta che richiederà il costo più pesante ; la vita !
In quelle giornate , anche l’esercito tedesco, non aveva il controllo della situazione italiana , tanto che si potevano vedere , in im-
portanti crocevia, frecce segnaletiche in legno tinteggiate in bianco con scritta in verde : ZUM PO ( oltre Po). Una era ben in
vista giù dal ponte Santerno in Sant’ Agata all’incrocio con la via Bastia .
Durante la prigionia di Mussolini al Gran Sasso, quelle segnaletiche rimasero bene in vista .Furono un segno della mancanza di
sicurezza tedesca . A Roma , Porta San Paolo, Corpi dell’Esercito Italiano, Carabinieri e Cittadini , combattono contro i tedeschi.
Simili iniziative prese a livello Nazionale con le Forze Armate , i Gruppi Partigiani ed i Cittadini, potevano estendere la rivolta ai centri
nevralgici portuali ed alpini , al fine di isolare i reparti tedeschi che si trovavano nel territorio italiano ed impedire l’entrata di rinforzi.
Coordinamento, con l’esercito Angloamericano che stava dando positivi risultati ; vedasi impegno della Cremona in Corsica .
Casa Savoia ed i suoi Generali non vollero coinvolgere ne i Cittadini, ne reparti dell’Esercito e tanto meno i Gruppi Partigiani.
Si imbarcarono ad Ortona , lasciando l’Italia nel caos più profondo . Mussolini fu liberato dal Gran Sasso e costituì , con l’aiuto
della Germania , la pseudo repubblica di Salò sul Garda.
La Polizia Repubblichina ( Brigata Nera), con il sostegno dei reparti della S.S. Tedesca,iniziarono una infinita catena di razzie , arresti,
processi sommari e fucilazioni . l’Eccidio Baffè parla per tutti !!!
Fatti di cui l’Italia porta doloroso ricordo attraverso una � Infinita Serie di Lapidi “.

La ”Trafila” dell’organizzazione antinazifascista infittisce la propria rete. Molti furono i giovani militari Italiani che decisero di
schierarsi nelle fila dei Gruppi Partigiani che si costituirono in varie Regioni sotto la spinta dei diversi legami ideologici , ma con
l’unica e stretta convinzione di liberare finalmente l’Italia dalla dominazione nazifascista.
Una parte importante nella “Lotta Di Liberazione”, dal 1943 all’Aprile 1945, vide impegnato il “Gruppo di Combattimento
Cremona “ .
Il Gruppo Cremona ( già Divisione Cremona ) che si trovava ad operare in Corsica , fin dal 12 settembre 1943 fu impegnato nel
conflitto contro reparti tedeschi nella linea di fuoco : Golfo Valico , Porto Vecchio – Aullese . Al 28 settembre occupava Bonifacio
e Porto Vecchio. Al 4 ottobre , dopo aspri combattimenti , la Cremona raggiunse Bastia. da dove , tra il 14 e 19 ottobre iniziarono ,
da Bonifacio, le operazioni di imbarco verso la Sardegna . Attraverso le Bocche di Bonifacio , su motozattere , giunsero ai porti di
Palau e Santa Teresa Di Gallura .
I soldati della Cremona rimasero in Sardegna fino al settembre del 1944 . Ai primi di settembre trasferiti in continente , nel
Beneventano , da dove raggiunsero la zona di Ascoli-Teramo ai primi di novembre 1944 .
La linea del fronte , sotto la pressione delle Forze Anglo-Americane , si stava spostando verso la Valle Padana ed il “ Gruppo di
Combattimento Cremona”fu trasferito in zona operativa ( Mezzano di Ravenna , Alfonsine , tra la ferrovia Ravenna-Ferrara ed il
mare Adriatico ). Contemporaneamente alle operazioni di addestramento e di combattimento , il “Cremona” , manteneva i
contatti con le realtà italiane per l’arruolamento di volontari . Siamo al 20 Gennaio 1945 , da Perugia arrivano 200 giovani che
andranno a colmare gli organici del Gruppo Cremona . Trattasi di ex Partigiani provenienti da formazioni umbre (da Umbertide,
Città di Castello , Perugia) , romagnole ( Agostini e Berti di Lugo ) , marchigiane, toscane e lombarde ( raggiungeranno circa il 60 % degli uomini di truppa ) .Ad Alfonsine cadeva in azione di guerra
il giovane Capitano Visconti Venosta ; la madre , in ricordo , ha donato una Villa con Parco per l’Asilo Infantile a GROSIO ( Sondrio ).
Tutto il periodo dal 20 gennaio alla fine d’aprile 1945 è segnato da scontri di “azioni dimostrative “ che in diversi casi , pote-
vano portare alla Cremona la conquista di importanti capisaldi : da Chiavica Scirocco alla conquista di Chiavica Pedone (azione
comandata dal Capitano Giorgi in ore una d’attacco ) .
Primi di Aprile 1945 scatta una operazione militare nella quale il Gruppo di Combattimento Cremona è chiamato ad una fonda-
mentale operatività . Trattasi di azioni coordinate ed in parte simulate dove erano chiamate ad operare tutte le Forze degli Eserciti
Alleati (di Aria, di Terra e di Mare ) , operative in Italia , comprese le Brigate Partigiane Garibaldi .
Pomeriggio del 12 Aprile 1945 . Casa Battista Bordini via Belfiore
Pattuglia d’avanscoperta ( due Militari Polacchi ) . Per noi Santagatesi fu il segnale che l’esercito
nazifascista era definitivamente in rotta . L’impegno che le Brigate Partigiane ed il Gruppo di Combattimento Cremona , stavano
attuando , apriva al Popolo Italiano la strada alla Democrazia .
Impegno che ha portato Importanti Pensatori , Uomini Politici e Antifascisti come ALCIDE DE GASPERI ad affermare , alla Con-
,fervenza di Pace di Parigi , 10 Agosto 1946 : ….” …. di parlare come Italiano,ma sento la responsabilità e il diritto di parlare anche come
democratico antifascista , come rappresentante della Nuova Repubblica che , armonizzando in se le aspirazioni umanitarie di Giuseppe
Mazzini , le concezioni universalistiche del cristianesimo e le speranze internazionalistiche dei Lavoratori , è tutta rivolta verso quella
Pace duratura e ricostruttiva che Voi cercate verso la cooperazione fra i Popoli , che avete il compito di stabilire .
Nel 1982 il rapporto debito / PIL era pari al 60% , anno 2017 il debito è aumentato ed il rapporto debito/PIL è salito al 137,30%.
Non esiste nessuna attenuante per la quale la Società Civile ( ammesso che esista una parvenza di società civile!!! ) , che ci consenta
di argomentare e tentare un minimo di attenuante di fronte a chi , come ANTONIO DALLA CHIUSA e PIETRO MISSIROLI, tanto per
restare su due Santagatesi , alla cui memoria va il prezioso lavoro di Nino Taglioni , hanno impegnato la loro vita per sacrifici di alta
difficoltà e combattuto per la sconfitta del nazifascismo al fine di aprire alla Democrazia .
Se il debito sovrano italiano supera i 2.300,00 miliardi di euro , l’Europa non è da meno.
Dal 2007 la bolla dei “Mutui Subprime” , mettono a nudo lo stato debitorio per un ammontare di 700.000 miliardi di dollari con
cui le Potenze Neoliberiste hanno deciso l’attacco all’Euro e all’Europa .
Le condizioni attuali , tanto sul piano finanziario , quanto sotto l’aspetto economico sociale sono ben note a tutti ed a nulla sono
serviti gli interventi finanziari di 17.000 miliardi di dollari che la Federal Reserve ha erogato alle dieci maggiori banche del mondo
e d’Europa , fra le quali : U.B.S. , P.N.B. Paribas , Barclays Bank e Deutsche Bank :
“ a tasso zero ed a fondo perduto” .
In minor parte alla B.C.E. “ a tasso dello 0,75 % restituibili “. L’Italia annualmente paga da 50.00 a 80.00 miliardi Euro di interessi passivi.
L’Europa , fin dal 2011 manifesta assoluta parzialità mettendo in rilievo tutti i limiti di un’Europa matrigna , non federale ,mancante
di un Sistema Fiscale Unico ed Equo , priva di un Governo Democratico , Socialista, Federalista , Ecologista, con unica Politica Estera e
dell’Energia, e della Difesa. Un’Europa Democratica Responsabile davanti ad un Parlamento Europeo Bicamerale .
La situazione Economico-Finanziaria che si troveranno sulle spalle molte delle nostre future generazioni è disastrosa !
L’economia del mondo intero si trova sotto un disastro economico-finanziario che , a stime volumetriche, lo si può calcolare
pari ai danni di dieci guerre mondiali scoppiate tutte contemporaneamente !!! .
Contro i pesantissimi danni di una guerra il Presidente TRUMAN, seguendo la linea economica del Presidente Rhooswelt ( Presidente
che aveva risolto la grossa crisi economica del 1929 ) “ CONGELO’ I DEBITI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE “ !!!
Se vogliamo rispettare i sacrifici di TUTTI COLORO CHE HANNO LOTTATO CONTRO LE DITTATURE D’EUROPA E DEL SOL LEVANTE,
sacrifici che spesso portavano alla morte , ebbene non possiamo farci beffare da personaggi che per il loro innato e strafottente
egoismo portano il mondo intero verso un baratro senza confini .
Non possiamo permettere ai vari SCHAEUBLE E CHRISTINE LAGARDE di trasformare il mondo in un inimmaginabile
Girone Infernale . La Grecia non ci insegna proprio nulla ??? .

Distintamente Penazzi Aldo Lugo (Ra.) 21/05/2017 INTEGRAZIONE del 03/06/2017

DOCUMENTI

Integrazione Penazzi

Inserto n 4-5 1984 del PENSIERO MAZZINIANO

Inserto n 11-12 1984 del PENSIERO MAZZINIANO