Un istituto culturale per far crescere la consdapevolezza della cittadinanza europea

da | Apr 11, 2016 |

L’Istituto è stato fondato il 21 agosto 2010 a Lugo dopo un periodo di riflessione tra cittadini, insegnanti, intellettuali, professionisti, imprenditori della nostra regione impegnati nei vari settori delle istituzioni, dell’economia e della società civile che condividono l’interesse per il compimento del progetto di Unione Europea in senso federalista, aperto alla cooperazione con tutte le altre aree del mondo ancora tormentate da conflitti, arretratezza culturale e sociale, limitazione dei diritti e delle libertà fondamentali. Una parte consistente di questi sono aderenti al Movimento Federalista Europeo e alla Gioventù Federalista Europea ma l’adesione è aperta a tutti coloro che condividono questi ideali culturali e sociali.

L’iniziativa è stata promossa dal Centro Regionale del Movimento Federalista Europeo dell’Emilia-Romagna  che ha voluto che fosse Lugo la sede dell’Istituto che avrà la finalità di gestire questo lavoro di sviluppo della capacità di cittadinanza attraverso l’organizzazione di attività di promozione culturale, di formazione dei giovani alla coscienza civile ed alla partecipazione alla vita politica e sociale delle loro comunità. L’Istituto opera in particolare sul territorio regionale ma può avere sedi e collaborazioni in atre parti del Paese, dell’Europa e del mondo.

La scelta di Lugo si deve al ruolo fondamentale avuto dal concittadino Paride Baccarini nella nascita del Movimento federalista Europeo. Giovane architetto  fu anche collaboratore di Piacentini nella costruzione dell’Università la Sapienza di Roma e valente pittore. Partigiano, di formazione  mazziniana, morì il 30 aprile 1946 anche per le conseguenze delle sevizie subite dai nazisti durante la prigionia a Verona che tuttavia non gli avevano impedito di essere uno dei più attivi protagonisti della nascita dell’AFE). Paride Baccarini fu Fondatore e Presidente dell’Associazione Federalisti Europei (AFE) che confluì nel 1945 nel Movimento federalista Europeo di Altiero  Spinelli. L’AFE, che aveva sede a Firenze fu il nucleo costitutivo di un’organizzazione federalista in Toscana e in Emilia-Romagna aprendo Sezioni dell’Associazione ad Arezzo, Bologna, Forlì, Pisa , Siena e Lugo e  riservandosi il ruolo di diventare il futuro Centro Studi del Movimento Federalista Europeo, funzione che poi non venne sviluppata anche a causa della morte di Paride  Baccarini.

Con la fondazione dell’Istituto si realizza, a Lugo, anche questo sogno e ambizione di Paride Baccarini nel suo spirito più autentico e cioè come centro di elaborazione e di formazione dei giovani ed in particolare di quelli che andranno a costituire le nuove classi dirigenti.

Presidente dell’Istituto è  stato eletto  Lamberto Zanetti, con lui fanno parte del Consiglio Direttivo Michele Ballerin, Sara Samorì, Alessandra Righini, Angelo Morini, Giovanna Melandri, Marisa Pattera. Il  Segretario Generale e Tesoriere è  Igino Poggiali, il Direttore scientifico Salvatore Aloisio. Il Comitato Scientifico è composto da Piero Graglia, Michele Ballerin, Simone Vannuccini, Luca Alfieri, Pietro Caruso, Marco Lombardo, Lucia Serena Rossi, Sara Samorì, Alessandra Righini. Per il Collegio del revisori sono stati nominati Aldo Penazzi – Presidente,  Roberto Scaini, Gianmatteo Baldi,(membri effettivi) Maria Grazia Angelini e  Francesco Dalla Valle (membri supplenti).

 

Tra le funzioni dell’Istituto, come recita lo Statuto, ci sono quelle

a) di promozione culturale e sociale a favore dei cittadini e particolarmente dei giovani che si dedicano allo studio ed alla diffusione degli ideali federalisti che hanno ispirato il processo di integrazione europea ed in particolare la  nascita e lo sviluppo dell’Unione Europea e del Consiglio d’Europa.

A tale scopo svolge attività di istruzione, di formazione e di ricerca scientifica nel campo delle scienze giuridiche, politiche, economiche e sociali, con speciale riguardo al processo di unificazione europea e mondiale, allo scopo di portare un contributo di ordine scientifico, culturale, di formazione e di istruzione all’elaborazione, all’approfondimento e alla divulgazione dei principi federalisti nelle loro diverse applicazioni in Europa e nel mondo, mediante il superamento dell’attuale sistema degli Stati nazionali sovrani e indipendenti.

b) di promozione sociale nei settori della cultura, della solidarietà, della formazione e della

tutela dei diritti umani e civili, della pace, dell’ambiente,  dell’amicizia fra i popoli, della solidarietà fra le classi sociali e fra le generazioni.

c) di promozione, dei  rapporti con le forze sociali, l’associazionismo e il volontariato.

 

L’Istituto nasce come Associazione di promozione sociale ai sensi della legge  7 dicembre 2000 n. 383 e del Decreto legislativo 4 dicembre 1997 n. 460. Può raccogliere fondi con beneficio fiscale per i donatori ed accedere alle misure di sostegno previste per questo tipo di organismi.

I fondi raccolti finanzieranno anche borse di studio di ricerca o di viaggio per giovani particolarmente impegnati nella ricerca e nella promozione degli ideali culturali e sociali ai quali si ispira l’Istituto. E’ prevista inoltre la creazione di una biblioteca centro di documentazione a supporto dell’attività culturale dell’Istituto che potrà essere donata ad una istituzione culturale cittadina.

Tra gli studi giuridici troveranno spazio anche quelli relativi al diritto costituzionale recuperando così anche l’omaggio ad un altro grande lughese, Giuseppe Compagnoni, fondatore del diritto Costituzionale e ideatore del Tricolore.

Può stipulare accordi e convenzioni con enti e associazioni, con centri di ricerca ed università per la promozione di studi, seminari, convegni anche di tipo residenziale ed ogni altra attività consentita dalla legge per questo tipo di istituti.

Per le altre informazioni si rinvia allo statuto che si allega.